Casa Albergo San Felice

logo

Dal Vangelo secondo Luca (Lc 3,15-16.21-22)

In quel tempo, poiché il popolo era in attesa e tutti, riguardo a Giovanni, si domandavano in cuor loro se non fosse lui il Cristo, Giovanni rispose a tutti dicendo: «Io vi battezzo con acqua; ma viene colui che è più forte di me, a cui non sono degno di slegare i lacci dei sandali. Egli vi battezzerà in Spirito Santo e fuoco».

Ed ecco, mentre tutto il popolo veniva battezzato e Gesù, ricevuto anche lui il battesimo, stava in preghiera, il cielo si aprì e discese sopra di lui lo Spirito Santo in forma corporea, come una colomba, e venne una voce dal cielo: «Tu sei il Figlio mio, l’amato: in te ho posto il mio compiacimento».

 

 

@@@@@@@@@@@@@@@

 

Luca, dopo aver narrato di Giovanni, l'attesa del popolo nei riguardi del Messia, la chiarezza con cui il Battista si pone di fronte alla gente, la sua predicazione e il suo arresto da parte di Erode (Lc 3,15-20, riportati solo in parte nel testo liturgico) mette davanti ai nostri occhi Gesù. Luca non ci racconta il battesimo di Gesù che affida ad un duplice inciso di grande importanza: mentre tutto il popolo veniva battezzato, e ricevuto anche lui il battesimo.

I due incisi si sovrappongono, il primo fa da sfondo al secondo ed entrambi sono premessa di quanto Luca desidera davvero raccontare: stava in preghiera. Gesù stava in preghiera. Il verbo pregare (al participio presente) indica una azione continua, non un atteggiamento momentaneo, un tempo ritagliato tra altri tempi, lontanissimo dall'idea di un tempo ristretto per dire o recitare preghiere. Non è una preghiera rituale

La preghiera, in senso autentico, esprime obbedienza incondizionata al progetto del Padre (con tutti i limiti della nostra umanità), apre la porta del cielo, ci mette in comunicazione, esprime la comunione con il Padre, ci permette di comprendere noi stessi come figli amati del Padre, ci dispone ad accogliere il dono dello Spirito.

Ciò che appare evidente è il significato universale del battesimo amministrato da Giovanni come risposta al bisogno di salvezza di tutto il popolo. È sicuramente una espressione iperbolica ma significativa di quanto l'evangelista racconta.

La parola battesimo, e il verbo relativo, sono una “traslitterazione” di una espressione greca che viene lasciata con il suo suono senza essere tradotta il cui significato è “immersione”. Non si tratta di un bagno di purificazione come nella ritualità ebraica che ognuno compiva per conto proprio, piuttosto un gesto di rinnovamento che viene ricevuto. Entrati nell'acqua ci si abbandona tra le braccia del Battezzatore per essere immersi e sollevati. Il gesto ha in sé una molteplicità di significati tra i quali spicca il fatto che la salvezza è un dono ricevuto, il frutto di una relazione, l'abbandono nelle braccia dell'altro. (acuradipgiac)

 

Padre Giacomo Santarsieri

Padre Giacomo SantersieriDirettore Della Casa di riposo San Felice

Leggi Tutto

Siti Consigliati/Amici

Contattaci

Se Vuoi Avere Maggiori Informazioni puoi contattarci attraverso il link sottostante

Vai al modulo

News

La Cooperativa Sociale P.S.L. San Felice, ente gestore della Casa Albergo San Felice, è lieta di presentarvi un nuovo settore di impegno e una nuova offerta di servizi alla comunità, l'ospitalità per i gruppi e le famiglie.  

Un intero piano della struttura dedicato all'accoglienza di gruppi parrocchiali in ritiro spirituale, campi scuola o momenti di vacanza. Come anche un servizio alle famiglie che vogliono muoversi in gruppo per usufruire di un ambiente che permetta loro la completa autogestione con utilizzo di cucina, sala da pranzo, zona tv, ma camere con servizi annessi confortevoli e accoglienti.

Il tutto nel più puro spirito francescano dell'assenza di lucro ma della messa a disposizione a prezzi molto contenuti di spazi di condivisione e possibilità di fruire di momenti di vacanza seppure in periodo di crisi. La nostra posizione geografica permette a chi voglia passare un periodo al mare di essere alle porte della meravigliosa Costiera Amalfitana, a chi voglia godere delle bellezze artistiche della Campania di poter raggiungere in meno di un'ora luoghi come Pompei, Napoli, Caserta, Paestum.

Contattateci, vi aspettiamo! 

 

Foto della zona Ospitalità nella nostra Gallery